Calendario 2022/2023

Chi è impossibilitato a giocare lo comunichi con sufficiente anticipo (e si prega di farlo!) in modo da permettere al subentro di organizzarsi.

Sono tutti lunedì tranne dove indicato

Prima fase (12 giocatori, ogni giornata 2 tavoli da 5 giocatori)

I) 12 settembre
II) 19 settembre (o 26 settembre tavolo Baroni se gli altri d'accordo)
III) 03 ottobre
IV) 17 ottobre
V) 31 ottobre
VI) 14 novembre
VII) 21 novembre
VIII) 05 dicembre
IX) 12 dicembre
X) 19 dicembre
XI) 27 dicembre (martedì)
XII) 09 gennaio
XIII) 23 gennaio
XIV) 06 febbraio
XV) 20 febbraio
XVI) 06 marzo
XVII) 20 marzo
XVIII) 27 marzo
XIX) 03 aprile
XX) 17 aprile (ultima prima fase restano primi 8).

 

Seconda fase • 8 giocatori, 1 tavolo da 5 ogni giornata:

XXI) 26 aprile mercoledì
XXII) 08 maggio
XXIII) 15 maggio
XXIV) 22 maggio
XXV) 05 giugno (nota: giocheranno anche tra di loro gli ultimi 4, cioè quelli esclusi dalla seconda fase. Dopo tale partita gli ultimi 2 in classifica saranno esclusi dalla Finalina, ma potranno subentrare nel caso qualcuno degli aventi diritto rinunci)

FINALE e FINALINA (XXVI): 03 luglio

_____________________________________

Orario 2022/2023:.
Appuntamento ore 19. Inizio partita quanto prima. Giri: ore 23,00 a meno di deroghe approvate all'unanimità. Pausa per la cena di 30/45 minuti (offerta da chi gioca in casa) tra le ore 20,30 e le 21,00.

 

 

21 commenti su “Calendario 2022/2023”

  1. Presidente credo che vada corretto quanto scritto alla fine del calendario, le ore di gioco sono 3 e i giri cominciano alle 23.00 a meno di diversa determinazione del tavolo all’unanimità.

  2. Anticipo voto
    1) no
    2) no si apre di piatto (vedi Liuni)
    3) no. Non può Essere obbligatorio.
    4) no vedi PASK
    5) No
    6) No, max 23.15
    7) si
    8) come PASK
    9) si

    Aggiungo il mio solito articolo che le scale reali si battono tra loro (min>max>media)
    “La regola prevede che qualora si scontrassero due scale reali nella stessa mano: la scala minima batte la massima, la scala massima batte la media e la scala media batte la minima, in questo modo non esisterà mai un punteggio al poker che possa dare al giocatore la certezza al 100% di possedere il punteggio vincente”

    Aggiungo che sul sito compaiano due classifiche: regular season e finale (o playoff).
    Così chi arriva bene alla regular season ma perde in finale non viene scavalcato dai non-classificati

  3. piatto di parola: apertura obbligatoria di piatto

    fonte: https://www.italiapokerclub.com/strategia-tecnica-poker/13453/guida-al-poker-a-cinque-carte-allitaliana/

    “…Altre caratteristiche del piatto di parole sono le seguenti: per aprire occorre avere almeno una combinazione a partire dalla coppia di re, e, inoltre, si deve aprire di piatto. Proprio per evitare aperture molto alte, quando vi sia un piatto molto elevato è permesso, purché tutti siano d’accordo, di frazionare il piatto stesso in più parti che saranno giocate in mani successive. Per il resto, poi, il piatto di parole ha uno svolgimento identico a quello di qualsiasi altra mano…”

  4. Primo emendamento: il punto viene assegnato se si vince almeno ½ posta
    Secondo emendamento: l’apertura su piatto di parola potrà essere pari o la metà del piatto; non si possono puntare cifre “spurie”

    Terzo emendamento: dopo 5 mani di non apertura è obbligatorio un giro di telesina (se non si è già superato il numero massimo consentito dal regolamento in vigore)

    Quarto emendamento: la telesina “Galli” rientra tra quelle ammesse. (sub emendamento inserire il vincolo di non più di una mano a partita).

    Quinto emendamento: in caso di non apertura ai giri la mano passa; al fine di garantire l’equilibrio delle mani giocate in posizione vantaggiosa di mazziere, si adopera un segnamano (detto il tappo di Liuni) che sposterà in avanti la fine della partita dopo aver compiuto due giri completi.

    Sesto emendamento: i giri (in numero di 3, di cui uno a telesina) si chiamano, senza eccezioni, alle 23e30

    settimo emendamento: se si gioca in 4 i giri divengono 4 (di cui uno, il secondo) di telesina.

    Ottavo emendamento: se un giocatore comunica, ad inizio partita, di non voler giocare i giri, dovrà comunque onorare il cip dei giri lasciando le fiches sul tavolo.

    Nono emendamento: il rilancio di piatto si calcola con la somma includente la copertura della puntata di ciascuno incluso di chi rilancia. Esempio: si apre di 10 soldi e al terzo giocatore sul piatto ci saranno 10 di cip + 30 (10 per ciascun giocatore lui incluso), il rilancio può essere fino a 40 soldi a costituire un piatto di 80; se il quarto giocatore dichiara rilancio di piatto, dovrà quindi puntare 160 soldi (ovvero potrà puntare una cifra compresa tra 80 e 160).

    1. Anticipo i miei commenti e le dichiarazioni di voto agli emendamenti proposti da Cresta:
      1) sono contrario, il risultato sarebbe che si slitta di mezza posta il calcolo in positvo rimanendo invriato quello in negativo.
      Il modo attuale di calcolare i punti è lo stesso da decine di anni e non lo cambierei, tutti le modifiche che sono state proposte in questi ultimi decenni sono state sempre cassate…
      2)OK, mi sembra una regola di gioco ampiamente diffusa, voterò si

      3)OK, dopo cinque pass è telesina, viene trattata al pari del full vestito, voterò, si.

      4)voterò no, proporrei l’emendamento : “sono ammesse solo telesine in cui si possono utilizzare per la formazione del punto al massimo 7 carte”.

      5) E’ una cazzata. Proprio perchè si vuole garantire che ai giri tutti i giocatori giochino lo stesso numero di mani nella posizione di cartaro, allora la mano NON deve passare.

      6) Voto no, mi sembra prioritario garantire 3 ore di gioco oltre ai giri, lascerei possibili deroghe agli accordi del tavolo .

      7)Si, formalizzeremo una regola che abbiamo sempre applicato

      8) Così come formulato non ha valore perchè comunque ci si può sempre alzare dal tavolo in qualsiasi momento, anche senza comunicarlo in anticipo, pagando i chip delle mani in cui si è assenti. Propongo una versione emendata:
      “se un giocatore comunica, ad inizio partita, di non voler giocare i giri, dovrà comunque onorare il cip dei giri lasciando le fiches sul tavolo se è in positivo e fino a raggiungere lo zero (non può andare in negativo).”
      In questo modo si garantisce la regola d’oro del poker che chi è in negativo può sempre abbandonare la partita senza ulteriori aggravi.
      Poi se vogliamo rendere obbligatorio comunque finire la partita (non si può preventivamente dichiarare l’abbandono ai giri) è un’altra questione….

    2. Anticipo voto
      1) no
      2) no si apre di piatto (vedi Liuni)
      3) no. Non può Essere obbligatorio.
      4) no vedi PASK
      5) No
      6) No, max 23.15
      7) si
      8) come PASK
      9) si

      Aggiungo il mio solito articolo che le scale reali si battono tra loro (min>max>media)
      “La regola prevede che qualora si scontrassero due scale reali nella stessa mano: la scala minima batte la massima, la scala massima batte la media e la scala media batte la minima, in questo modo non esisterà mai un punteggio al poker che possa dare al giocatore la certezza al 100% di possedere il punteggio vincente”

      Aggiungo che sul sito compaiano due classifiche: regular season e finale (o playoff).
      Così chi arriva bene alla regular season ma perde in finale non viene scavalcato dai non-classificati

  5. Inoltre, poichè da fine maggio a fine giugno sono al mare anche la mia eventuale (non auspicata) partecipazione all’incontro eliminatorio degli “scarsi” in programma 13 giugno è impossibile: chiedo quindi di anticiparlo alla fine del mese di maggio

  6. anche se mi rimane la perplessità delle troppe carte distribuite (25 + 3)
    non potrebbe essere che se ne distribuivano solo 3 per ciascuno?

  7. è vero la “Izumi” era come la descrivi tu…però alla fine sempre 2 in mano e tre per terra.
    mi sa che la proporrò alla votazione
    evviva!

  8. inoltre propongo di adottare la telesina denominata sul sito Pokerstars 6+ hold’em che è in tutto uguale alla nostra texana con la differenza che si possono usare le migliori 5 carte su 7 (non vi è obbligo delle due carte in mano).
    Per gli antichi ricordo che quella telesina (odierna texana de noantri) era la preferita di Izumi e la chiamavamo 2 in mano e tre per terra

    1. Per la Texas, io da parte mia preferisco la “nostra” telesina con l’obbligo di usare entrambe le carte in mano. Per quando riguarda la telesina di Izumi “due in mano e tre per terra” non era come la “nostra” Texas: infatti ognuno aveva 5 carte in mano (coperte) e le “vele” che si scoprivano (una alla volta) erano tre,

  9. cosa volete che vi dica, ci ho messo un pochino per trovare il luogo dove lasciare un commento ma adesso ci sono…
    inoltre chiedo che la finale e finalina si facciano all’inizio di luglio perchè io a giugno sono al mare….

    1. Grazie a Lei esimio giocatore. Le auguro di poter lottare financo per il titolo, come la scorsa stagione nell’appassionante Finale 2021. Aspetto da Lei come da tutti gli altri giocatori contributi e commenti a queste pagine.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.